Stay up to date

Gigafactory e PowerCo: SalzGiga, l’hub per le batterie del Gruppo Volkswagen

7.7.2022
Gigafactory e PowerCo: SalzGiga, l’hub per le batterie del Gruppo Volkswagen

Batterie sostenibili per una mobilità elettrica sostenibile: questo l’obiettivo del Gruppo Volkswagen, che oggi ha dato ufficialmente il via alla Mission SalzGiga. Oltre alla gigafactory, dove dal 2025 si produrranno le celle unificate per il segmento di volume, Salzgitter ospiterà la sede di PowerCo - la nuova società del Gruppo per il business delle batterie - un centro R&D, una linea pilota, un’area test, la linea per il riciclo e un centro di formazione.

È un giorno importante per l’industria automobilistica, in Germania e in Europa” così il Cancelliere tedesco Olaf Scholz in occasione della cerimonia di posa della prima pietra della gigafactory di Salzgitter (Germania).

Il Gruppo Volkswagen mostra come potrebbe essere il futuro di una mobilità sostenibile e attenta al clima. Insieme, a Salzgitter stiamo gettando basi significative per dare forma a questo futuro".

{

Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz

PowerCo e il business delle batterie

La batteria, ovvero il cuore dell’auto elettrica; un componente strategico, con un potenziale enorme in termini di vantaggio competitivo: questa la visione del Gruppo Volkswagen, che già da anni ha deciso di fare proprie le competenze necessarie per avviare la produzione diretta. Ora la visione si concretizza ulteriormente con l’avvio dei lavori di costruzione della prima fabbrica di celle del Gruppo, dove la produzione inizierà nel 2025. E, per una gestione ottimale di tutte le attività legate al business delle batterie, lungo l’intera catena del valore, è stata creata una società europea: PowerCo, che avrà sede sempre a Salzgitter.

Oltre alla produzione di celle, PowerCo sarà responsabile delle operazioni nelle fabbriche a livello internazionale, dell'ulteriore sviluppo della tecnologia delle celle, dell'integrazione verticale della catena del valore e della fornitura di macchinari e attrezzature agli stabilimenti produttivi. Entro il 2030 PowerCo investirà insieme ai partner oltre 20 miliardi di euro nello sviluppo dell'area di business, genererà un fatturato annuo superiore a 20 miliardi di euro e impiegherà fino a 20.000 persone in Europa (di cui 5.000 solo a Salzgitter), diventando un player globale nel campo delle batterie.

{

Un ulteriore passo verso la NEW AUTO

"Oggi non solo posiamo la prima pietra qui a Salzgitter, ma compiamo anche un passo strategico fondamentale” ha dichiarato Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen. “Il business delle celle batteria è uno dei capisaldi della nostra strategia NEW AUTO, che ci porterà a diventare provider di riferimento di mobilità sostenibile e basata su software. La costruzione della nostra gigafactory è un progetto enorme dal punto di vista tecnico ed economico e dimostra che stiamo portando in Germania la tecnologia all'avanguardia per il futuro”.

“Con la costruzione della nostra prima fabbrica di celle, stiamo implementando con coerenza la nostra roadmap tecnologica” ha ribadito Thomas Schmall, Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen con responsabilità per la Tecnologia e Presidente del Consiglio di Sorveglianza di PowerCo. “Il principale punto di forza di PowerCo sarà l'integrazione verticale, dalle materie prime alla cella e fino al riciclo. In futuro, gestiremo internamente tutte le attività rilevanti e otterremo un vantaggio competitivo strategico nella corsa per assumere un ruolo guida nella mobilità elettrica. Ci siamo assicurati un team di alto livello per questo grande progetto".

Gigafactory in Europa e, in futuro, nel Nord America

I piani del Gruppo Volkswagen sono ben noti: entro il 2030 è previsto l’avvio delle attività in 6 gigafactory in tutta Europa, in collaborazione con i partner, con una capacità complessiva di 240 GWh all’anno. Dopo Salzgitter, che a regime avrà una capacità annua pari a 40 kWh – circa 550.000 auto elettriche – sarà la volta di Valencia; al momento PowerCo sta lavorando all’identificazione delle location per altri tre siti produttivi in Europa e valutando la possibilità di costruire ulteriori gigafactory in Nord America.

Gigafactory in Europa e, in futuro, nel Nord America

Standardizzazione e cella unificata

Due gli aspetti chiave per una crescita rapida: la standardizzazione delle fabbriche e l’adozione della cella unificata. Salzgitter sarà il modello di riferimento per le prossime gigafactory; la standardizzazione non riguarderà solo le attrezzature, gli edifici e le infrastrutture, ma anche i prodotti, i processi e l’IT. Con questo approccio, in un momento successivo le fabbriche potranno essere rapidamente convertite per ulteriori innovazioni di prodotto e produzione.

Ogni fabbrica sarà alimentata al 100% con elettricità da fonti rinnovabili e sarà progettata nell’ottica del riciclo a circuito chiuso. Anche la cella prismatica unificata è stata mostrata in anteprima in occasione dell’evento di Salzgitter: annunciata al Power Day nel 2021, sfrutterà le sinergie e consentirà di tagliare i costi della batteria fino al 50%. La cella consente l’utilizzo flessibile di diverse composizioni chimiche e sarà impiegata su fino all’80% di tutti i modelli del Gruppo, con evidenti benefici in termini di economie di scala. Nella gigafactory di Salzgitter, a partire dal 2025, saranno prodotte le celle unificate destinate al segmento di volume. I prototipi prodotti finora hanno fornito prestazioni molto promettenti in termini di autonomia, tempi di ricarica e sicurezza.

Standardizzazione e cella unificata

Transizione ecologica e sociale

Il focus del Gruppo Volkswagen, nello sviluppo della cella unificata, è sulla sostenibilità: sarà prodotta con elettricità green proveniente da fonti rinnovabili e avrà un tasso di riciclo pari a oltre il 90%, nell’ottica del riutilizzo delle materie prime. In parallelo, l’impegno dell’Azienda è rivolto all’aspetto sociale della transizione verso l’e-mobility – e con SalzGiga lancia un segnale importante anche in questo senso.

Stiamo creando, nel cuore dell’Europa, una nuova area di business orientata al futuro e fino a 20.000 posti di lavoro con prospettive stabili, di cui 5.000 solo a Salzgitter” ha spiegato Daniela Cavallo, Presidente del Consiglio Generale di Fabbrica del Gruppo Volkswagen. “L’impegno e la responsabilità per la trasformazione di questo importante impianto e per la salvaguardia di posti di lavoro sicuri per i collaboratori del sito sono costanti. Questo principio rimane una delle nostre linee guida, così come lo è stato fin dall’inizio per quanto riguarda il campo delle batterie; il risultato è un modello di riferimento per la transizione”. L’hub di Salzgitter includerà, oltre alla gigafactory e alla sede di PowerCo, un centro di Ricerca & Sviluppo, una linea pilota, un’area test, la linea per il riciclo e un centro di formazione dedicato.

VGI | U.O. Responsabile: VP | Data di Creazione: data comunicato | Classe 9.1

{

Articoli correlati