Stay up to date

Dall’hardware al software: la prima piattaforma per la mobilità di SEAT:CODE

26.11.2020
Dall’hardware al software: la prima piattaforma per la mobilità di SEAT:CODE

Il centro di sviluppo software SEAT:CODE ha creato una piattaforma digitale per la gestione della mobilità multimodale. Usata per la prima volta per il servizio di scooter sharing SEAT MÓ, ora è a disposizione di tutte le aziende che vorranno acquistarla.

SEAT compie un ulteriore passo nel proprio percorso di trasformazione da costruttore di auto a provider di servizi di mobilità, creando la sua prima piattaforma di mobilità multimodale, grazie al lavoro del centro di sviluppo software SEAT:CODE. È la prima volta che SEAT commercializza un software, la cui funzione è gestire le flotte di veicoli in modo completamente digitale.

Il primo operatore a utilizzare questa nuova piattaforma di mobilità è stato SEAT MÓ, che lo ha sfruttato per il suo servizio di scooter sharing, lanciato nella città di Barcellona lo scorso agosto con più di 600 eScooter. Compatibile con qualsiasi tipo di servizio di sharing pubblico o privato, che si tratti di auto, moto, biciclette o monopattini, la piattaforma è adesso a disposizione anche delle altre aziende e degli operatori del settore.

Una piattaforma all'avanguardia per lo sharing

"Questa piattaforma dimostra che non siamo più solo produttori di veicoli, ma anche fornitori di servizi di mobilità. Aver portato sul mercato un software firmato SEAT è un grande valore aggiunto per l'azienda" ha commentato con soddisfazione Carsten Isensee, Vicepresidente SEAT per Finanze e IT.

La piattaforma include un'app dedicata agli utenti - disponibile per iOS e Android - e un sistema di geolocalizzazione ad alta precisione che permette, tra le altre cose, di monitorare in tempo reale tutti i veicoli collegati, di modificare le zone di parcheggio e di gestire i pagamenti degli utenti. Gli operatori hanno inoltre a disposizione un'interfaccia per creare e personalizzare il pannello di gestione, monitorare i dati in tempo reale, analizzare il comportamento degli utenti o fare previsioni, grazie alla tecnologia IoT.

{

Soluzioni da condividere

"Offriamo soluzioni B2B per SEAT e i suoi marchi e per il Gruppo Volkswagen, ma ora stiamo anche mettendo la nostra capacità tecnologica a disposizione di altre aziende, riducendo le barriere d'ingresso per qualsiasi tipo di operatore di mobilità condivisa come società di consegna, flotte o enti pubblici" ha aggiunto Sebastian Grams, CIO di SEAT.

Il centro di sviluppo software SEAT:CODE e la strategia IT di SEAT sono stati riconosciuti da CIONET - la principale business community di CIO e leader digitali - come miglior progetto di innovazione e trasformazione del 2020 e proprio Sebastian Grams è stato premiato come CIO dell'anno in Spagna. Due riconoscimenti che sono il risultato del lavoro di un team con un approccio all'avanguardia, che permette di creare progetti innovativi.

{

Software sviluppato nel cuore di Barcellona

Il nuovo cuore pulsante digitale di SEAT si trova nel centro di Barcellona, sulla Rambla. Qui viene delineata la trasformazione digitale, dall'hardware al software, dell'Azienda. Lo sviluppo della nuova piattaforma di mobilità è stato realizzato interamente all'interno del SEAT: CODE in un tempo record di otto mesi.

Da quando è stato attivato, poco più di un anno fa, il SEAT:CODE ha progressivamente visto crescere il suo team di professionisti dello sviluppo software. Attualmente 150 collaboratori si dedicano alla creazione di applicazioni e soluzioni digitali per supportare la crescita dei marchi SEAT e CUPRA, oltre a definire soluzioni digitali per tutto il Gruppo Volkswagen e, adesso, anche per altre aziende.

FonteSEAT S.A.