Minimó, la micromobilità urbana secondo SEAT

28.2.2019
Minimó, la micromobilità urbana secondo SEAT

100% elettrico, super compatto e con connessione 5G: una soluzione ideale per gli spostamenti in città, che apre nuove possibilità sul fronte del car sharing.

SEAT ha portato al Mobile World Congress di Barcellona la propria visione del futuro in città: una concept car 100% elettrica sviluppata per rispondere alle sfide legate alla guida nei centri urbani, dai divieti di circolazione agli ingorghi o alla mancanza di parcheggi. Minimó riunisce i vantaggi legati alle dimensioni contenute di una motocicletta alla sicurezza e al comfort di un’auto. “È la visione del nostro primo prodotto progettato per un obiettivo specifico. Coniuga le tecnologie per la guida autonoma a sistemi di propulsione elettrica; è il futuro della mobilità urbana ha spiegato Luca de Meo, Presidente SEAT.

Micromobilità urbana

Il Marchio spagnolo è il punto di riferimento all’interno del Gruppo Volkswagen per lo sviluppo della strategia e dei prodotti legati alla mobilità urbana. In questo caso il focus è sulla micromobilità, ovvero gli spostamenti su distanze inferiori ai 10 km, che secondo de Meo “rappresenta oggi circa il 60% del totale”.

Viaggi brevi, quindi, che richiedono soluzioni intelligenti e facilmente fruibili - in linea con il nuovo concetto di mobilità che si sta affermando soprattutto nelle grandi città. Minimó ha tutte le carte in regola: dimensioni ridotte, zero emissioni, un’autonomia di oltre 100 km, sicurezza e comfort ai livelli di un’auto e un sistema di battery swap, ovvero la sostituzione del pacco batterie, che consente di minimizzare i tempi di ricarica – appetibile in particolare per il business del car sharing.

{

Compatto e divertente

Lungo 2,5 metri e largo 1,24, Minimó è abbastanza compatto per districarsi anche nel traffico più congestionato ed entrare nei parcheggi più stretti. Nonostante le dimensioni è molto comodo e divertente da guidare, grazie alle grandi ruote scoperte da 17 pollici, alla posizione di seduta rialzata, simile a quella dei SUV, e al notevole spazio a disposizione del passeggero. E l’abitacolo chiuso consente di affrontare la città in qualsiasi situazione climatica.

5G e un’esperienza digital totalizzante

Minimó sfrutta la tecnologia 5G e vanta sistemi di connettività che configurano un'esperienza digital globale, basata sulla chiave digitale e sull’interfaccia Android Auto wireless. Entertainment ma non solo: tra le varie funzioni disponibili, una riconosce l’età del conducente adattando il limite di velocità di conseguenza (per esempio, 45 km/h per un 16enne). Un display posto dietro al volante raccoglie le funzioni della strumentazione e il contenuto dello smartphone dell’utente, rispettando tutti i requisiti di sicurezza stradale, grazie all’impiego di comandi al volante e all’assistente vocale di Google.

La piattaforma, poi, è già pronta per incorporare sviluppi futuri: Minimó prepara la strada in particolare alle prossime tecnologie per i livelli più avanzati di guida autonoma, che permetteranno al veicolo di andare a prendere l’utente su richiesta, risolvendo uno dei principali problemi di chi utilizza il car sharing.

Fonte: SEAT S.A.

{