La Fabbrica di Vetro di Dresda: il futuro a emissioni zero

25.5.2018
La Fabbrica di Vetro di Dresda: il futuro a emissioni zero

Nessuna recinzione, nessuna area chiusa, niente sbarre - solo un grande edificio immerso nel verde: è la Fabbrica di Vetro Volkswagen di Dresda, dove il futuro a emissioni zero è già iniziato.

Un simbolo per la strategia del Gruppo

Non è un caso che questa struttura sia così trasparente e accessibile: "Invitiamo esplicitamente le persone a entrare e visitare la fabbrica. La gente deve essere in grado di approfondire la propria conoscenza con l’e-mobility", afferma Lars Dittert, Responsabile della fabbrica di Dresda.

Una location che è diventata un simbolo della TOGETHER – Strategy 2025 del Gruppo Volkswagen: dove una volta si costruiva a mano la lussuosa Phaeton, ora si produce la e-Golf a emissioni zero, una delle nuove ammiraglie dell'offensiva elettrica del Gruppo. Entro il 2025, Volkswagen intende diventare un provider di riferimento nell’ambito della mobilità elettrica e vendere da due a tre milioni di veicoli elettrici l’anno.

Produzione dello stabilimento Volkswagen a Dresda

Uno stabilimento pulito e silenzioso

Nella Fabbrica di Vetro di Dresda 130 tecnici assemblano a mano i nuovi modelli e-Golf. Installano le centraline, i cruscotti, i sedili e le portiere e si assicurano che il cablaggio sia corretto. Telaio, batterie e altri componenti vengono consegnati mentre si finalizza l’assemblaggio.

Ciò che colpisce è che tutto è molto pulito e silenzioso, proprio come la e-Golf. I tecnici di produzione sono vestiti di bianco; il pavimento è beige chiaro, realizzato in assi di acero canadese. Solo di tanto in tanto si sente un rumore leggero. I pezzi vengono distribuiti da sistemi di trasporto senza conducente, che scivolano silenziosamente lungo il padiglione.  

I tecnici di produzione del Gruppo Volkswagen

L'esperienza diretta dell'e-drive

È possibile vedere tutto questo nella visita guidata di 75 minuti che, passo dopo passo e bullone dopo bullone, ci accompagna nel reparto produzione. Non ci sono settori esclusi dal tour, ed è consentito avvicinarsi fino a circa un metro e mezzo dall’area di lavoro. Non è nemmeno necessario prenotare in anticipo: basta semplicemente registrarsi all'ingresso e scegliere uno dei tour che partono ogni ora.

In media, ogni giorno 400 persone visitano la fabbrica di Dresda e circa un terzo di esse proviene dall’estero. E non c’è da stupirsi: le visite guidate sono disponibili in 14 lingue.

Una e-golf in carica a Dresda

Ma c’è di più: le vetture elettriche attendono i visitatori di fronte alla fabbrica per un test drive. Con il supporto dello staff Volkswagen, è possibile scegliere tra 3 tipologie di prova. Il test drive da 15 minuti prevede un giro intorno all’imponente parco; con un breve preavviso è possibile prenotare, direttamente in loco, un giro da 30 minuti e, con un po’ più di tempo a disposizione, nel test di 60 minuti si possono scoprire le principali attrazioni di Dresda al volante di una e-Golf o di una Passat GTE.

Energia al 100% da fonti rinnovabili

Il Costruttore si considera parte della città di Dresda. Se all'inizio il fatto che l’Azienda volesse trasferirsi in centro - vicino alla chiesa di Nostra Signora e alla famosa città vecchia - ha suscitato stupore, oggi questo sentimento è cambiato. La fabbrica è pulita e ottiene il 100% della sua energia da fonti rinnovabili. 

Le fasi produttive ad elevate emissioni, come la verniciatura di grandi superfici e la saldatura, non vengono eseguite in città, in modo che non vi siano danni all'ambiente o ai residenti. Inoltre, Volkswagen supporta le iniziative culturali locali e apre le sue porte per ospitare concerti e pic-nic pubblici. 

Ricarica di una vettura del Gruppo Volkswagen

Dresda è pronta per il futuro

"La disponibilità di una rete adeguata di stazioni di ricarica è indubbiamente ancora una sfida – osserva Dittert – ma andrà di pari passo con l’aumento delle vendite di veicoli elettrici”. A Dresda si lavora anche su questo: nell’incubatore della fabbrica Volkswagen lavorano sei start-up, fra cui LoyalGo, che ha l’obiettivo di rendere più attraente, agli occhi delle piccole Concessionarie, l'acquisto di stazioni di ricarica. In questo modo, diverse Concessionarie potranno unire le forze e acquistare una colonnina di ricarica, utilizzandola poi come spazio pubblicitario.

A Dresda esistono già 60 stazioni di ricarica: un numero che dovrebbe quadruplicare nel prossimo futuro. La Città collabora con Volkswagen sulla mobilità elettrica e prevede di convertire progressivamente la propria flotta, adottando veicoli elettrici. Per questo progetto Volkswagen ha vinto una gara; inoltre, la Casa automobilistica ha lanciato varie app fatte su misura per Dresda, come quella che serve da parcometro digitale, o un’altra che calcola il mezzo di trasporto più rapido per i percorsi in città e conta in tempo reale il numero di parcheggi liberi nei garage. “L’impianto di Dresda è pronto per il futuro" conclude Dittert.

Fonte: Volkswagen AG

e-Golf: consumi energetici in kWh/100 km: 12,7 (combinato); emissioni CO2, g/km: 0 (combinato); classe di efficienza: A+

Passat GTE: consumi di carburate in l/100 km: 1,8-1,7 (ciclo combinato); consumi energetici in kWh/100 km: 13,1-12,5 (combinato); emissioni CO2, g/km: 40-38 (combinato); classe di efficienza: A+