IONITY, la rete di ricarica rapida che attraversa l'Europa

25.5.2018
IONITY, la rete di ricarica rapida che attraversa l'Europa

Audi è uno dei fondatori di IONITY, una joint venture tra Case automobilistiche che ha l’obiettivo di ampliare la rete di ricarica rapida per i veicoli elettrici, in particolare per quanto riguarda le lunghe percorrenze. Una rete all'avanguardia, con una potenza di ricarica fino a 350 kW che consentirà di abbattere drasticamente i tempi di rifornimento rispetto a quelli attualmente disponibili. Audi e-tron, prima auto 100% elettrica del brand dei quattro anelli, sarà uno dei primi veicoli ad usufruire del servizio.

Le infrastrutture di ricarica sono cruciali

Secondo Marcus Groll, Chief Operating Officer di IONITY, una grossa criticità della mobilità elettrica è la fruibilità sulle lunghe distanze, che va necessariamente incrementata. Durante il processo di acquisto, molti clienti si chiedono se potranno usare l'auto per andare in vacanza o per una gita fuori porta nel weekend. Anche per questo, IONITY si sta concentrando innanzitutto sullo sviluppo di una rete di ricarica europea lungo le principali arterie stradali.

IONITY, la rete di ricarica rapida che attraversa l'Europa

Dieci Paesi entro l'estate 2018

L'obiettivo di IONITY è ambizioso: mettere a disposizione dei clienti una rete di ricarica potente, affidabile e transnazionale il prima possibile. Entro l'estate 2018 saranno attive le prime venti stazioni, distribuite in dieci nazioni: Germania, Norvegia, Svezia, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, Austria, Svizzera, Francia e Regno Unito. Entro la fine dell'anno il numero delle stazioni di ricarica dovrebbe crescere fino a 200, ma il numero effettivo dipenderà dalle procedure di approvazione dei singoli Paesi e dal processo di sviluppo dell'hardware. In ogni caso, per la prima metà del 2020 la rete di ricarica IONITY avrà 400 stazioni.

La selezione delle località

I proprietari di un’Audi elettrica probabilmente effettueranno la ricarica a casa durante la notte, oppure nella località di destinazione del loro viaggio. IONITY si sta concentrando su location specifiche e sulle autostrade, con l'obiettivo di fornire le migliori opzioni di ricarica in ambito extraurbano, in particolare lungo il tragitto. I luoghi  ideali sono quelli che offrono più servizi: bar, ristorante, una buona rete Wi-Fi e un parco giochi per i bambini sono fondamentali.

Oltre la stazione di ricarica

L'elettrificazione è un nuovo concetto di mobilità. Ricaricare le batterie è sicuramente diverso dal classico rifornimento di carburante, che vede l’utente  fare il pieno e poi andare alla cassa a pagare. Presso una stazione di ricarica IONITY, il cliente può limitarsi a collegare la presa CCS e poi godersi la pausa: autenticazione e fatturazione avvengono automaticamente. Cambia l’approccio - non ci si ferma perché si deve ricaricare l'auto, ma quando si ha la necessità di fare una sosta, e nel mentre ci sarà la possibilità di effettuare la ricarica in tempi contenuti.

La ricarica a 350 kW

Le colonnine IONITY hanno una capacità massima di 350 kW, per ridurre al minimo i tempi di ricarica. Solo due anni fa i 50 kW rappresentavano lo stato dell'arte - ora questo numero si può moltiplicare per sette, grazie anche al lavoro di sviluppo portato avanti da Audi sulle tecnologie di ricarica. Ogni stazione avrà in media sei punti di ricarica, che potranno fornire energia (con una capacità di 150 kW) a sei veicoli contemporaneamente: uno scenario ideale che si concretizzerà definitivamente tra 8 o 10 anni. Inoltre, le stazioni di ricarica IONITY utilizzeranno energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e gestita da fornitori locali.

Fonte: AUDI AG