Un modello di lavoro innovativo per il mercato digitale

25.10.2018
Un modello di lavoro innovativo per il mercato digitale

All'Audi Business Innovation (ABI) il lavoro è organizzato in piccoli team, autonomi, agili, flessibili e veloci… proprio come il mercato del digitale.

Monaco di Baviera è la città che ospita la sede di Audi Business Innovation, una società fondata nel 2013 e controllata al 100% da Audi AG che sviluppa, implementa e realizza servizi e prodotti innovativi nei settori della mobilità e del digital. Uno di questi è Audi on demand, un servizio dedicato alla mobilità premium pensato per essere flessibile e confortevole. Ogni utente può prenotare la propria Audi per un giorno o un'ora specifica attraverso l'app o il sito web dedicato, avendo anche a disposizione un assistente personale e il trasferimento della vettura. Audi on demand è già disponibile a Pechino, a Hong Kong, a Singapore, a Tokyo, a Manchester, a Edimburgo, a Newcastle, a Liverpool, a Glasgow e a Monaco, con altre località in corso di attivazione.

Il lavoro all'ABI è suddiviso tra team che si riuniscono spesso per confrontarsi su ciò che funziona e ciò che invece è da migliorare. In questo modo si procede più velocemente su moltissimi argomenti, si determinano le responsabilità e si definiscono i passi successivi.

Nel mondo digitale il lavoro segue regole e ritmi molto diversi dagli standard. Per avere successo in un settore così complesso, veloce e dinamico bisogna adattarsi e, prima di tutto, prevedere una struttura flessibile. Il numero di collaboratori dell'ABI è cresciuto in pochi anni da 9 a 190 e presto il processo decisionale è diventato troppo lungo, rendendo necessario modificarlo e diventare quindi più agili. Dopo aver provato con qualche soluzione, quella giudicata migliore è stata l’autonomia.

Ovviamente non vuol dire che ognuno fa quello che vuole, anzi. Tutti hanno compiti ben precisi, ma non si è divisi in maniera tradizionale in dipartimenti fissi, bensì in squadre interdisciplinari strutturate come “circoli”. Ogni circolo è legato in modo dinamico a un progetto in cui ognuno ha dei ruoli definiti la cui fattibilità viene verificata regolarmente; e se qualcosa non funziona viene cambiato.

{

Passare all'organizzazione autonoma è stato fondamentale perché i clienti e il mercato dei prodotti digitali cambiano molto più velocemente di quelli delle automobili, ciò significa che il tempo di sviluppo si riduce drasticamente. È necessario prendere decisioni rapide per adeguarsi a una domanda in costante evoluzione. Per questo motivo i team di lavoro si riuniscono spesso, mentre circa una volta al mese ci sono riunioni più strutturate in cui si discute di obiettivi, ruoli e problemi da risolvere. Ogni incontro ha un moderatore che viene scelto all’inizio dell’incontro e che si occupa di guidare il team.

Ma per chi lavora all'ABI, autonomia è la parola chiave anche per quanto riguarda la vita personale. Per esempio, un gruppo di colleghi ha creato un asilo nido vicino all'ufficio, l’ABIKids, mentre altri si frequentano anche al di fuori dell'ambiente lavorativo. Migliorare i rapporti personali vuol dire migliorare la cooperazione all'interno dell'azienda.

FonteAUDI Blog